Come Riconoscere un Tavolino da Colazione Antico

All’inizio del nostro secolo gli enormi tavoli da pranzo del Settecento vennero tagliati e rimodellati per creare dei tavolini da colazione. Le forme più usate furono quelle ovali o rettangolari. In questa guida vi spiego come fare per riuscire a riconoscere gli esemplari autentici.

Osserva per prima cosa il bordo del tavolino. Se quello inferiore è più scuro in alcuni punti, specie nella parte più larga, ma non in altri, è facile che sia stato tagliato, e quindi avrai la certezza che non è autentico. Il piano deve essere infatti senza sfregi. Le gambe devono essere quattro, a forma leggermente curvata o a sciabola.

Altra cosa che devi controllare, per verificare se vi è stata o meno una riduzione delle dimensioni, è la presenza di quella serie di piccole tacche lungo i bordi inferiori lasciate dai morsetti che le signore usavano per fissare i telai da ricamo, per dipingere o altro. I tavolini da colazione infatti venivano usati anche durante la giornata.

Ricordati che la presenza di un piano ribaltabile non è sempre un segno di autenticità. Infatti anche alcuni tavoli da pranzo avevano questa caratteristica. Cerca quindi i segni di qualche unione precedente nella parte inferiore dei bordi e controlla che la filettatura o la modanatura lungo i profili non nasconda i segni dei punti in cui erano inserite le piccole linguette rettangolari che servivano per fissare le prolunghe di un tavolo da pranzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto